Demo

appuntamenti

Blessed Mamma Rosa

The Blessed Eurosia Fabris Barban (1866-1932), the fi rst person to be beatifi ed outside Rome during the pontifi cate of Benedict XVI, which event took place in Vicenza on 6th November 2005. The story of the simple, humble life of a woman of the common people, who dedicated herself totally and heroically to her love for her family. She had nine children, of whom three became priests, and also welcomed another three into her family as adopted children.

Learn more

9 gennaio – Memoria liturgica della Beata Eurosia Fabris

msa11

Questo mio breve intervento è una testimonianza, anche se non diretta, su una meravigliosa figura di donna cristiana il cui modello è attuale anche per i nostri giorni: la beata Eurosia Fabris in Barban (1866-1932), dai più conosciuta come «Mamma Rosa», i cui resti mortali sono ora conservati nella chiesa parrocchiale di Marola, in provincia di Vicenza.

Si tratta della mia bisnonna materna, la nonna di mia mamma Giovanna Barban, colei che mi ha dato alla luce. Sono consapevole che è assai raro poter scrivere, per quanto indegnamente, su un proprio antenato che, secondo la Chiesa, gode già della beatifica gloria di Dio mentre i parenti sono ancora in vita. Per questo narrerò qui dei dettagli inediti, che nemmeno la settima edizione della sua biografia – peraltro ormai esaurita – riporta.

Siamo a fine ’800. «Mamma Rosa» era così chiamata da Chiara Angela e Italia, due bambine rimaste orfane in tenerissima età della mamma, allorquando Eurosia decise di occuparsi di loro. La sua fu una vera vocazione a essere mamma, senza ancora avere generato. La scelta fu facilitata dal clima familiare intensamente religioso in cui visse e si formò Rosina, come era conosciuta in casa. Quella prima vocazione fu immediatamente seguita, a vent’anni, dalla seconda: il matrimonio col papà delle bambine, Carlo, un matrimonio eroico, dal quale ebbe nove figli. Tre di essi divennero sacerdoti: due del clero diocesano vicentino e uno religioso francescano, padre Bernardino Barban ofm, il suo biografo.

Leggi tutto

IX Edizione biografia Beata Eurosia Fabris Barban

IX Edizione

Esattamente nell’anno in cui il primo Papa che porta il nome del Poverello di Assisi ha voluto un Sinodo straordinario sulla famiglia esce la nona edizione della biografia della «prima Beata» del Papa Teologo Benedetto XVI, Eurosia Fabris Barban (1866-1932), di cui il Curatore fr. Gianluigi Pasquale OFM Cap. ne è il pronipote in linea diretta materna, da tutti conosciuti come «Mamma Rosa». Il biografo rimane il figlio il Frate Minore P. Bernardino Barban (1897-1980). Esaurite tutte le precedenti sette edizioni, l’VIII tradotta in inglese nel 2013 e pubblicata in Germania ha veicolato la figura di questa autentica mamma di famiglia e «mamma sacerdotale», nonché «Terziaria Francescana» fino oltreoceano.

Leggi tutto

Blessed Mamma Rosa

Blessed Mamma Rosa

This book tells the story of a marvellous mother: the Blessed Eurosia Fabris Barban (1866-1932), the fi rst person to be beatifi ed outside Rome during the pontifi cate of Benedict XVI, which event took place in Vicenza on 6th November 2005.

This book tells the story of the simple, humble life of a woman of the common people, who dedicated herself totally and heroically to her love for her family. She had nine children, of whom three became priests, and also welcomed another three into her family as adopted children.

Profoundly at one with Christ, in an intense Christian existence forged by prayer and charity, she opened up her pure and gentle heart, making her own life and that of whoever met her full of happiness and unshakeable joy in Divine Providence.

Leggi tutto

Messaggero

Messaggero 2012

Questo mio breve intervento è una testimonianza, anche se non diretta, su una meravigliosa figura di donna cristiana il cui modello è attuale anche per i nostri giorni: la beata Eurosia Fabris in Barban (1866-1932), dai più conosciuta come «Mamma Rosa », i cui resti mortali sono ora conservati nella chiesa parrocchiale di Marola, in provincia di Vicenza. 

Si tratta della mia bisnonna materna, la nonna di mia mamma Giovanna Barban, colei che mi ha dato alla luce.

Sono consapevole che è assai raro poter scrivere, per quanto indegnamente, su un proprio antenato che, secondo la Chiesa, gode già della beatifica gloria di Dio mentre i parenti sono ancora in vita.

Per questo narrerò qui dei dettagli inediti, che nemmeno la settima edizione della sua biografia – peraltro ormai esaurita – riporta.

Scarica articolopdf

Articolo "Portavoce"

Portavoce-2014-3-copertina

Per ricevere la copia di "Portavoce di San Leopoldo Mandic" con l'articolo sulla Beata Mamma Rosa, chiamare 049.8801311 e chiedere di Padre Giovanni Lazzara

leggi un estratto pdf    www.leopoldomandic.it

Altri articoli...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

  Accetto cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information