Demo

appuntamenti

Blessed Mamma Rosa

The Blessed Eurosia Fabris Barban (1866-1932), the fi rst person to be beatifi ed outside Rome during the pontifi cate of Benedict XVI, which event took place in Vicenza on 6th November 2005. The story of the simple, humble life of a woman of the common people, who dedicated herself totally and heroically to her love for her family. She had nine children, of whom three became priests, and also welcomed another three into her family as adopted children.

Learn more

Mamma sacerdotale

Un grande amore ai sacerdoti. La voce

La beata Eurosia Barban aveva un grande amore verso il sacerdozio e quest’amore lo comunicava anche agli altri.

Francamente confesso scrive una sua amica maestra che da quel giorno in cui la conobbi, mi sentii sempre più attratta verso i ministri di Dio.

Imparai da lei ad averne una grande stima e di pregare sempre per i bisogni spirituali dei sacerdoti. Con quanta carità e compassione parlava di qualche sacerdote indegno e con quanta gioia, di quelli buoni!

E osservava: È meglio un buon secolare, che un cattivo prete!

Se sapesse quanto male fa uno che sia poco zelante: quanto bene, un vero sacerdote!

Scarica articolopdf

Il rosario e la nuova Pompei

Amore umile

La figura di Eurosia Fabris, contemporanea di Bartolo Longo, beatificata nel 2005, viene raccontata da un suo pronipote, nostro lettore, frate cappuccino e professore di Teologia nella Pontificia Università Lateranense.

“Mamma Rosa” fu un’educatrice esemplare. Patrona dei catechisti nella diocesi di Vicenza, può diventare modello per chi ha il dovere di formare le nuove generazioni.

Leggi articolo pdf

Messaggero

fede al femminile

Una donna non può ritrovare se stessa se non donando amore agli altri».

Sono queste le prime parole del Breve Apostolico con il quale Benedetto XVI, il 6 novembre 2005, elevò agli onori degli altari un’umile madre di famiglia, figlia della terra vicentina: la beata Eurosia Fabris Barban (1866-1932), terziaria francescana.

Senza dubbio questa beatificazione passerà alla storia per essere stata la prima «extra Urbem» del XXI secolo, cioè fuori dalla città di Roma: è stata celebrata, infatti, nella cattedrale della «sua» Vicenza, gremita all’inverosimile di fedeli provenienti da ogni dove.

Leggi articolo pdf

Avvenire

Avvenire logo

AVVENIRE 09-10-2005

Per la prima volta in Italia il rito non si celebra a Roma, dove si doveva svolgere il 24 aprile scorso, ma in una Chiesa locale.

di ADRIANO TONIOLO direttore dell'Ufficio stampa diocesano

La beatificazione di Eurosia Fabris Barban, celebrata domenica 6 novembre 2005, alle 16, nella cattedrale di Vicenza, è un evento che presenta peculiarità meritevoli di qualche considerazione introduttiva.

È la prima volta, almeno in Italia, che il rito viene compiuto fuori Roma, in una Chiesa locale, dopo che Paolo VI aveva riservato alla Chiesa caput mundi questo tipo di cerimonia. Il nuovo Pontefice Benedetto XVI ha stabilito che nella capitale si tengano solo le canonizzazioni, come si usava un tempo.

La beatificazione di "mamma Rosa" - come Eurosia Fabris Barban è chiamata dalla gente - sarebbe dovuta avvenire a San Pietro il 24 aprile scorso, ma la morte dell'amato Giovanni Paolo II aveva fatto annullare il rito.

Una seconda considerazione riguarda il "tipo"di santità che viene additato come esempio.

Leggi tutto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

  Accetto cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information